Allegramente in canoa

  • DSC_0572p
  • DSC_0574p
  • DSC_0575p
  • DSC_0577p
  • DSC_0578p
  • DSC_0590p
  • DSC_0591p
  • DSC_0576p
  • DSC_0579p
  • DSC_0592p

Si è conclusa l’esperienza di due settimane con i ragazzi dell’associazione Muoversi Allegramente, una Onlus affiliata a Special Olympics che si occupa di attività sportive rivolte a persone con un deficit cognitivo.
Personalmente non avevo mai partecipato ad iniziative di questo tipo, e non nascondo di avere avuto inizialmente qualche perplessità, ma sono stato ben lieto di ricredermi quasi subito. Innanzi tutto è bastato vedere la gioia sincera sul viso di questi ragazzi, i loro sorrisi, la loro felicità nel godere della natura e dell’acqua, per provare una gratificazione immediata. Inoltre ognuno di loro, con i suoi tempi e i suoi ritmi, ha dimostrato di saper trovare la propria dimensione per muoversi sull’acqua e godere dell’attività che tanto amiamo. Qualcuno ha poi rivelato capacità superiori alle aspettative. Ottimo anche il rapporto con i volontari dell’associazione, persone di gran cuore, alcuni giovanissimi, che dedicano il proprio tempo e impegno al benessere di questi giovani. Nel complesso l’impressione è di aver ricevuto più di quello che abbiamo dato. Un’esperienza che è valsa la pena di provare, e che speriamo di poter ripetere in futuro.
Merita dire due parole anche sul luogo in cui si sono svolte le attività: i laghetti dei “Goret”, nel comune di Nole Canavese, inseriti nel parco della Stura, si sono rivelati l’ambiente ideale. Acque tranquille e tiepide, poco profonde, molto pulite, a parte un po’ di fanghiglia sul fondo, incorniciate dai monti e circondate da prati verdi e soleggiati, interrotti da macchie di alberi ombrosi. Un contesto ameno e tranquillo, perfetto per i principianti. Il luogo ci è talmente piaciuto ed ha rivelato potenzialità così interessanti, che stiamo studiando la possibilità di proporre in questa cornice anche corsi di primo livello per tutti gli associati.

Nessun commento ancora

Lascia un commento